Atterrare in Giappone.

0 Condivisioni
0
0
0
0

Racconto il Giappone a te, a te che non sei mai stato, a te che vuoi scoprire cosa i miei due occhi fortunati hanno visto in 12 giorni nel Sol Levante. Sono atterrata a Tokyo due giorni fa, il tempo di scrivere non c’è stato, eppure nella mia testa pensavo a tutte che le cose che avrei avuto da raccontarvi solo dopo qualche ora il mio sbarco. 8 ore di fuso orario e tanta stanchezza, sono qui a riunire le prime impressioni Giapponesi.

Tokyo ti stravolge con la sua strabiliante puntualità, con la sua stravagante modernità, con la sua pulizia impeccabile. Ma dove vivono questi 13 milioni di abitanti? Tokyo è divisa in 2 zone, quella centrale e quella periferica. Fiumi di persone in ogni dove, ma non te ne accorgi nemmeno. E’ impressionante. Sconvolgente. Quanto sono educati questi Giapponesi? non ti sfiorano neppure in metro anche in un vagone zeppo di gente, sono composti, pacifici e soprattutto non urlano. Il mio secondo pensiero dopo 24h Giapponesi è stato: “qui ci si potrebbe vivere”.

Camminano come saette verso la meta, non ti guardano a lungo negli occhi perchè per loro non è segno di rispetto, ma la maggior parte di loro ha il viso che sorride e per me quello è ciò che conta per esser simpatici, a distanza. Sono stilosi, alcuni esageratamente stravaganti. I loro capelli dritti come spaghetti. Salutisti come pochi indossano queste mascherine oscene che coprono il viso, oltre a farmi paura, sono proprio brutte. Dopo qualche giorno le noti meno, ma inizialmente pensi di essere entrato per sbaglio in ospedale!!

Sono adorabili, sembra vivano in un mondo fantasy parallelo, ognuno ha un personaggio preferito, per le donne quello che va per la maggiore è Hello Kitty, Melody…non fanno a meno di una partita al giorno nei pachinko, le loro sale giochi. Leggono manga dopo lavoro oppure giocano semplicemente con il proprio smartphone.

Pochi hanno un cane al guinzaglio e quelli che vedi sono addobbati a Natale!

Nelle metropoli i locali si spostano principalmente con mezzi pubblici, puntuali ed efficienti come in un nessun altro luogo del mondo! Chi abita in periferia ha un’auto di taglia piccola. Prima di acquistarla lo stato si accerta tu abbia un parcheggio dove incastrarla, perchè senza quello non compri proprio niente! Un auto, un posteggio! Si guida a destra, come in Inghilterra, per cui in giro per la strada fate attenzione! Poche biciclette, poche piste ciclabili, la maggioranza si muove con le proprie gambe, perfino i bimbi dai 5 anni vanno a scuola da soli. Ne ho intravisto qualcuno per la strada e sono magnifici… da noi ne vedete?

Non mi sono mai sentita così sicura come a Tokyo. Questo è un aspetto importantissimo! Si può girare da soli anche di notte? La risposta è si. Fino a dopo la mezzanotte c’è sempre gente in giro, adottate le solite cautele, quelle che adottereste nel vs paese.

Tokyo è bellissima.

Andateci, anche solo per un long week end.

Perdetevi. Anche perchè vi perderete veramente. Ovunque voi siate. ahahha

0 Condivisioni
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe piacerti anche

Kyoto

Kyoto. L’antica capitale Giapponese. La definerei, la città dei templi. A Kyoto puoi camminare per ore, perderti nell’immenso…