Kenya mare e safari obbligatorio

0 Condivisioni
0
0
0
0

2004: la mia prima volta in questa terra. Nel 2012 decisi di tornare, mi era rimasta nel cuore per il suo fascino SEMPLICE che emanava in ogni angolo, per il suo popolo, per quei colori e quella vegetazione meravigliosa. In un viaggio in Kenya è possibile respirare e capire la vera essenza dell’Africa attraverso i profumi che si percepiscono e attraverso quella strana sensazione di libertà la cui natura non è facile da spiegare ma che invece è facile da vivere ed apprezzare non appena si atterra.

Tornai a casa da quel primo Kenya entusiasta e come dicono tutti con il famoso MAL D’AFRICA.

Nel 2012 affittammo una villa di un privato italiano nella zona di WATAMU, una villa enorme con tutti i comfort : piscina, cuoco, giardiniere e sicurezza esterna. Una vacanza diversa dal solito hotel, ci gestivamo noi in tutto e per tutto! Un nuovo modo di vivere una destinazione

DSC07667

ESCURSIONI CONSIGLIATE DA WATAMU E DINTORNI: 

-Assolutamente da non perdere almeno 1 giorno di SAFARI, poi se il budget ve lo permette ce ne sono di ogni tipologia e durata

Marafa – canyon a 2 ore e mezza di distanza da Watamu

-Gite in barca e non solo: Jacaranda beach, l’isola dell’amore, l’isola di Lamu, Robinson Island, Diani beach

-Shopping a Malindi

Il Kenya è una delle mete più adatte per chi vuole vivere l’esperienza di un safari. L’ampia scelta di parchi naturali e di riserve protette e la qualità delle stesse non ha eguali. Noi scegliamo di avventurarci in 3 parchi (2 notti) vicini a Watamu la nostra base di partenza: il Tsavo National Park Est (regno degli elefanti) e Ovest e l’Amboseli National Park.

_DSC1416

Vi lascio un appunto solo su Amboseli. Dominato da un enorme lago, asciutto per la maggior parte dell’anno, il parco ci offre due incredibili opportunità. La prima di queste grandi occasioni è la nostra prima alba nella savana. Ci spiegano infatti che l’alba è uno dei momenti migliori per vedere da vicino gli animali che in queste ore non devono ripararsi dal caldo e sono quindi più attivi. L’emozione è grande e la soddisfazione finale ricompensa la sveglia non proprio “vacanziera”.  Abbiamo dormito in un campo tendato meraviglioso, di fronte a noi al risveglio il Kilimangiaro (5.895 metri), la cima più alta dell’Africa. Lo scorgiamo in lontananza ma la vista della sua cima innevata qui nel cuore dell’Africa ci lascia senza parole.

Vi consiglio di fare anche il MASAI MARA che si raggiunge in volo da Nairobi ma è un vero spettacolo!

Un viaggio in Kenya nel territorio dei Masai vi riserva tutto questo, e molto altro ancora.

Siete pronti a partire?

DSC07946

Per un preventivo su misura contattami a info@travelmood.it

0 Condivisioni
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe piacerti anche